Non solo trading…investing!

Aggiornamento di metà anno 2021
11 Agosto 2021
Portafogli update 2021- parte 1
2 Gennaio 2022

Su questo blog racconto un po’ il mio viaggio nel trading ma in questo articolo voglio iniziare a parlare di investimenti, in particolare degli investimenti finanziari.

Ovviamente solo una parte del mio capitale è dedicata al trading; gli investimenti invece, oltre a prendersi una buona fetta del mio patrimonio, si aggiudicano periodicamente anche una parte dei miei risparmi. Ritengo che sia fondamentale crearsi un piano di lungo periodo coerente con la propria propensione al rischio e finalizzato ad obiettivi di lunga gittata, che possono essere la pensione oppure l’acquisto di un bene.

Spesso si fa l’errore di confrontare le performance degli investimenti con quelle del trading: a mio avviso non ha molto senso poichè si stanno confrontando elementi che hanno caratteristiche, finalità, sforzi e tempi troppo diversi tra loro.

Io, ad esempio, dedico una parte del mio tempo ad attività di “speculazione” di breve termine per svariati motivi; alcuni di questi sono la passione, la possibilità di avere una seconda fonte di reddito o un extra guadagno. E’ evidente che non è una soluzione adatta a tutti, sia per questione di interesse che di tempistiche. Ciò non toglie che allo stesso tempo sia utile, e anche raccomandabile, diversificare e avere investimenti di lungo termine, tramite fondi o quant’altro. Di conseguenza non è detto che un approccio escluda l’altro.

Vediamo le perfomance ottenute dai miei investimenti finanziari.

Una parte del capitale ho deciso di affidarla a Moneyfarm, famosa società di consulenza finanziaria indipendente.

Una scelta “costosa”, poichè chiaramente questi servizi hanno un prezzo rispetto al fai da te, ma in questo caso ho preferito affidarmi a loro e lasciare in gestione questa parte di denaro. Vediamo come hanno reso nel 2021:

fine 2019- fine 2021 ; la linea rossa rappresenta l’investito e il blu rappresenta il valore

Il risultato è stato un 13,51 % con rischio moderato. Moneyfarm investe principalmente su ETF (fondi a gestione passiva) che sono caratterizzati da costi bassi e una replica passiva del sottostante. Su questa gestione ho attivato un piano di accumulo, quindi mensilmente giro una parte dei miei risparmi sul conto Moneyfarm (si evidenzia dalle spike mensili nel 2021).

Come si può vedere a marzo 2020 si denota l’effetto “pandemico” su questo portafoglio, che ha poi recuperato portandosi a nuovi massimi.

L’investing è una materia affascinante e non nego che sto cercando di approfondirlo in prima persona. Per questo motivo sto provando a comporre in autonomia un portafoglio, in particolare mi sono ispirato ad un cosiddetto “lazy portofolio” (portafoglio per pigri!). Sto parlando del golden butterfly.

Il portafoglio Golden Butterfly ha storicamente reso in media il 6.5 % annuo, al netto dell’inflazione (circa un 10% lordo) con un volatilità del 7-8 % circa.

Il portafoglio Golden Butterfly è composto dal:

  • 40% Azioni
  • 40% Obbligazioni
  • 20% Oro
Portafoglio Golden Butterfly: esposizione

Il nome golden butterfly deriva dalla composizione degli asset che avendo appunto una punta d’oro ricorda una farfalla dorata.

In modo particolare abbiamo una pari suddivisione di:

  • Azioni USA piccola capitalizzazione
  • Azioni USA grande capitalizzazione
  • Oro
  • Obbligazioni USA lunga scadenza
  • Obbligazioni USA breve scadenza

Sto provando a replicare questo portafoglio da circa agosto 2021, tramite ETF presenti nella mia banca con i seguenti risultati:

Un capitolo a parte riguarda invece il mondo delle cryptovalute, che rappresenta meno del 2% del mio capitale dedicato agli investimenti finanziari e che affronterò in un altro articolo..!

Ecco, questo era un piccolo excursus sul mondo dei miei investimenti finanziari. Per completezza ci sarebbero da indicare anche i conti deposito, le valute, i fondi di previdenza complementare, le singole stocks e altre cose che sicuramente mi sfuggono…ma che meritano un approfondimento a parte. Inoltre è giusto ricordare che le plusvalenze da investimenti finanziari sono tassate, quindi per eventuali dubbi è sempre meglio rivolgersi ad un professionista come ad esempio il vostro commercialista.

Ricordo altresì che questi non sono consigli finanziari ma solamente episodi riguardanti la mia esperienza personale (ogni situazione va trattata singolarmente con esperti come i consulenti finanziari).

Per concludere, continuerò il mio percorso di investimento, cercando di informarmi e studiare anche questo vasto argomento che sicuramente, oltre ad essere affascinante, penso sia un’ottima opportunità per raggiungere i propri obiettivi economici e finanziari. Credo che la diversificazione sia l’arma migliore che abbiamo, quindi opterò per tenere un approccio misto tra il gestito e il “fai da te”.

Inoltre scriverò altri articoli dove tratterò altri asset e investimenti che ritengo interessante valutare, quindi… state aggiornati!

Un saluto a tutti!

Giovanni

Trading News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *